sabato 6 giugno “si va in scena” con software libero!

3 giugno , 2009

Sabato 6 giugno Libere Culture Digitali in collaborazione con Unità Cinefila promuove una giornata dedicata al cinema libero:

inscena 6 giugno-web

dalle 16.00 WORKSHOP con Federico Regoli sull’uso di software libero per montaggio video su linux, l’utilizzo di cinelerra e di gimp al servizio del cinema. Il workshop è ospitato da “ConnAction – spazi e servizi per la creatività giovanile” di via Cevedale 5 a Milano in zona Dergano Bovisa.

dalle 21.00 PROIEZIONE del film “si va in scena” interamente realizzato con software libero, alla presenza del regista, inaugurazione della nuova rassegna di Unità Cinefila e dj set a seguire. La proiezione si terrà presso la stecca temporanea di vicolo de castilla in zona Isola


Linux Night 2.0 a Milano

16 febbraio , 2009

Un’altra linux night a Milano a cura di LCD – Libere Culture Digitali.

L’evento prevede la presentazione del libro “come passare al software libero e vivere felici” di Fausto Trucillo edito da Altreconomia

La fomula la stessa dell’ultima volta, ospiti ancora di Ada Stecca che ringraziamo, si comincia con un ricco aperitivo/cena cucinato dal nostro romai celebre cuoco Mattia. La serata continua con il Lin-brulè di cui andiamo matti (dicci la distro che vorresti e te la masterizziamo al volo) e con video-giochi tux oriented. Ovviamente non mancherà la musica grazie all’amico jazzista Francesco già promotore della famosa jam-session jazz della stecca d’altri tempi.

Il ricavato della serata servirà a coprire parte delle spese di organizzazione del document freedom day del 25 Marzo: Libere Opere.

Il tutto dalle 20.00 di VENERDI’ 20 FEBBRAIO in vicolo De Castilla a Milano, quartiere Isola (MM Garibaldi o MM Gioia).


linux night e lin-brulè

22 ottobre , 2008

Come ogni anno è arrivato il momento di celebrare il Linux day, una manifestazione nazionale articolata in eventi locali che ha lo scopo di promuovere Linux e il software libero. Anche il gruppo nato da meno di un anno a Opera (MI) ha deciso di partecipare attivamente all’organizzazione dell’evento milanese.

In particolare abbiamo in programma un intervento sulla nostra esperienza piuttosto atipica nel mondo del free software (siamo molto poco smanettoni ma ci piacciono gli eventi di rete; il metodo collaborativo; l’intreccio di associazionismo, istituzioni, volontariato, informatica e creative commons).

linux night

linux night

Ma la vera novità è che quest’anno Linux si festeggia anche di notte con la nostra Linux Night: un evento serale dedicato al pinguino con uno spirito assolutamente leggero e poco impegnativo, l’ide è quella che tra una birretta due passi in pista ci si possa avvicinare al free software o quantomeno stimolare la curiosità. Dunque drinks, food, music e lin-brulè (scegli la tua distribuzione e noi te la masterizziamo).

La Linux night è ospitata da ADA Stecca (associazione di associazioni stecca degli artigiani)

SABATO 25 OTTOBRE dalle 19.30 @ ADA Stecca

vicolo de castilia – quartiere Isola Milano (MM Garibaldi)


Copyleft ad Arezzo

5 settembre , 2008

Un appuntamento imperdibile quello che l’associazione culturale Inprospettiva propone nelle piazze centrali di Arezzo: quattro giorni di dibattiti, incontri, musica e spettacoli per parlare di copyleft e licenze creative commons.

Dall’11 al 14 settembre Arezzo sarà la capitale della libera circolazione di idee e del sapere.

Dal dibattito sui beni comuni con il matematico e informatico Philippe Agrain al racconto su Licio Gelli frutto del lavoro dell’officina narrativa Kai Zen, dal concorso Corti in Creative Commons alla tavola rotonda su letteratura di genere e critica sociale, passando per la proiezione di Zero, film inchiesta sull’11 Settembre 2001, i disegnatori di IUK e quelli della Scuola Internazionale di Comics, gli spettacoli teatrali di Saverio Tommasi e Christian Biasco, la satira di Daniele Caluri ed Emiliano Pagani, la musica di Homework e Reddarmy, i libri di Alegre, Stampa Alternativa, Gaffi, il fumetto di Becco Giallo, i dibattiti sul futuro della musica, del software open source, il bar camp sui newmedia, i workshop di fumetto e letteratura: questo ed altro ancora è Copyleft Festival 2008.

Più di 35 eventi in quattro giorni, 80 ospiti, quasi trenta collaborazioni con realtà spesso molto diverse tra loro, da Arcoiris ad Arci, dalla campagna Coop “Il cuore di scioglie” all’iniziativa “No Pago” a cui aderiranno le biblioteche della provincia di Arezzo. Tanti gli ospiti, autori scrittori, disegnatori tra cui anche Giancarlo de Cataldo protagonista dello spazio Copyleft off: un autore che non scrive in copyleft presenta la sua opera e partecipa al dibattito. Saranno poi presenti i produttori cinematografici Licaoni, la giornalista e scrittrice Antonella Beccaria nella doppia veste di moderatrice dell’incontro su “Letteratura di genere e critica sociale” e autrice del suo ultimo libro “Uno bianca e trame nere”, gli scrittori Gianni Biondillo e Serge Quadruppani, il fondatore di stampa alternativa Marcello Baraghini e tanti altri ospiti.

Una seconda edizione che racchiude il meglio delle opere dell’ingegno rilasciate in creative commons durante l’anno appena trascorso, un’edizione che guarda a tematiche sociali e di impegno civile, un’edizione che instaura collaborazioni con realtà fino ad oggi estranee al mondo del copyleft e che cerca allo stesso tempo di mantenere fede alla sua originale vocazione divulgativa. La filosofia di copyleft, che sta trovando sempre più campo e adesioni anche in Italia, non nega il diritto d’autore, ma consente che dell’opera di ingegno (testo, software, musica eccetera) si possa fare libero uso, purché non a fini di lucro e citandone l’autore. In questo quadro le “opere dell’ingegno” si considera non solo come “produzioni” dell’ingegno, ma “motori” a loro volta di nuove idee e concetti, in un’ottica generale di libera diffusione della cultura. I vantaggi principali del copyleft sono infatti la gratuità e la più rapida circolazione della conoscenza, che a sua volta garantisce anche visibilità e successo agli autori.

Ogni giorno a Copyleft Festival saranno presenti anche stand di case editrici e partner del festival, le esposizioni della mostra fotografica “Feeling blue” di Luca Deravignone e delle tavole del progetto “Schiaffo”.

Tutte le info di copyleft Festival su www.copyleftfestival.net


Materiali e documentazione

24 aprile , 2008

Stiamo lentamente raccogliendo e sistemando tutti i materiali prodotti durante la due giorni operese, è ovviamente un work in progress e i materiali verranno pubblicati appena disponibili…

L’invito a chi abbia del materiale di qualsiasi genere sull’iniziativa è a pubblicarlo on-line e inviarci un link.

Comunque ecco qui un primo assaggio

Immagini

Cominciamo con un po’ di foto che ci hanno inviato Luca e Francesco del LOLUG, poi ci sono quelle fatte da Natasha (volontaria europea della coop. soc. Grado 16) e da Ico del gruppo promotore dell’evento.

Musica

Poi c’è la musica e la dispensa prodotte da Mattia Giovanetti durante il suo workshop “Libera fonoincisione”.

Presentazioni talks

Crealabs – Ubuntu negli enti pubblici presentato da Fabrizio Balliano

Michele Marzulli – OpenOffice 2.0, l’alternativa libera per leggere, scrivere, e far di conto…

La pagine in cui trovare TUTTI i materiali disponibili è questa


Grazie alla rete di LIBERAmente

24 aprile , 2008

Grazie per averci aiutato a pensare, realizzare, gestire, far funzionare questa folle due giorni che ha tentato la sfida di associare il software libero ai fumetti, alla musica, ai viaggi, alle chiacchiere…

Una sfida riuscita direi:
Interessante, utile e preziosa la tavola rotonda del venerdì mattina che ha dimostrato che passare a linux e al software libero all’interno della pubblica amministrazione è possibile oltre che economico ed etico.

Entusiasmante il succedersi dei talk del sabato, da quelli più tecnici a quelli più filosofici, tutti hanno meritato l’attenzione del pubblico (forse non una massa oceanica, sicuramente una massa critica e qualificata) e hanno stimolato pensiero e dibattito. Siamo addirittura riusciti ad accendere un
breve “flame” tra tifosi di fedora, ubuntu e slackware. wow! 🙂

Sempre piacevole la musica, e quando è libera è ancora meglio!! Ciò che comunque ci ha colpito e piaciuto di più di questa avventura è stato il vero e proprio laboratorio di metodo collaborativo che siamo (noi e voi) riusciti a mettere in piedi. Una rete fitta ed eterogenea: cooperative sociali, associazioni, gruppi informali, singoli bloggers e appassionati, biblioteche e pubbliche amministrazioni.

Siamo certi che questo non sia che l’inizio, non un evento fine a se stesso dunque ma una tappa importante di un percorso. La strada è ancora lunga e abbiamo appena iniziato a rimboccarci le maniche… Intanto abbiamo migrato l’Internet cafè del Polifunzionale di Opera, i tanti
portatili che il pubblico ha portato all’install party, abbiamo inciso musica libera, abbiamo girato video, fatto foto, raccolto idee, schiarito la mente.

Ancora grazie a tutt*, senza di voi tutto ciò non sarebbe stato.
Vi chiedo solo un ultimo sforzo: raccogliamo tutto il materiale, condividiamolo, rendiamolo pubblico.
Presentazioni dei talk, immagini della manifestazione, avete girato un video, foto con il cellulare, registrazioni audio, vale tutto, fateceli avere e gli daremo la giusta visibilità sul nostro sito e su quelli delle associazioni partner che vorranno/potranno ospitarli.

It’s better when it’s free!!