document freedom day

4 marzo , 2009

Il DFD è l’evento in cui si cerca di far conoscere al grande pubblico i vantaggi, le potenzialità e i valori che caratterizzano gli standard aperti, con particolare attenzione per i formati aperti per i documenti ( ODF, Open Document Format), ma non solo. E’ anche una ottima occasione per diffondere e promuovere programmi in grado di operare con gli standard aperti di cui sopra, tra cui anche OpenOffice, la “office suite” libera, veloce ed efficiente, in grado di soppiantare a pieno la sua alternativa proprietaria Microsoft.

dfd09-web1

Il programma è incredibilmente ricco, grazie alla fitta rete di collaborazioni nate intorno all’evento: dall’ARCI Milano al PLIO, da Jamendo al progetto databand

Un ringraziamento speciale va ad abaco computers e yteck che aiuteranno economicamente il progetto, altrimenti completamente autofinanziato.

Non due aziende a caso, tra l’altro…

Il progetto Abaco nasce da un’esigenza diffusa, che emerge da quella che ormai è una necessità oggettiva ma che in molti tendono purtroppo a confondere ancora con una sorta di semplice, quanto sostanzialmente vana, speranza: la possibilità d’individuare un modo semplice e finalmente efficace per stimolare la crescita e la diffusione non solo di Linux e della filosofia che ne è a fondamento, ma anche e soprattutto d’una modalità di consumo piu’ attenta alle tematiche etiche e alle discussioni legate alla sostenibilità economica. “Persino” in ambito informatico!

Yteck nasce dall’esigenza e il desiderio di creare una econima “locale” e di aiutare sia chi vuole iniziare una propria attività con il supporto di chi ha gia fatto una parte importante di esperienze e chi ha gia una sua attività in campo informatico e vuole aderire al progetto
Lavorando nel posto dove uno vive raggiungiamo alcuni scopi importanti: riduzione pendolarismo, riduzione inquinamento e usura automobile, riduzione costi,  “vivere” il posto dove si abita (e non solo andarci a dormire), stimolare la collaborazione e creare nuove occasioni per i ragazzi,  seguire o creare progetti di volontariato basati sull’informatica
Obbiettivo del progetto è  fornire servizi in ambito informatico – Assistenza, riparazione ma anche servizi aggiunti. la logica vuole essere realmente quella di un punto di consulenza e non essere “imprigionati” in meccanismi di vendita di scorte di magazzino o investimenti sbagliati. Fornendo solo il servizio siamo piu sereni nel poter dare al cliente un consiglio davvero disinteressato e trovare insieme a lui e per lui la soluzione adatta.

Un ulteriore ringraziamento va ai nostri compagni di viaggio in questa avventura, da novembre infatti lavoriamo a stretto contatto con FSUG Italia che ha condiviso con noi la fatica organizzativa e logistica dell’evento e con cui condivideremo la gestione dell’iniziativa.

Che dire… Vi aspettiamo al document freedom day, al centro polifunzionale di Opera il 25 marzo da mattina a sera… Maggiori informazioni e il programma completo dell’evento sono disponibili sul sito www.dfdmilano09.tk


Software Freedom Day 2008

15 luglio , 2008

Riceviamo una interessante segnalazione dal FSUG Italia, che pubblichiamo molto volentieri:

software freedom day

Il 20 settembre 2008, si terrà, come ormai da qualche anno, il Software Freedom Day (SFD). Questo evento, organizzato a livello internazionale da SFI ( “Software Freedom International”; compagnia no-profit con base negli USA) nasce per celebrare il FOSS (Free and Open Source Software) ed in particolare per;

1) Per celebrare la libertà del software e la gente vi lavora
2) Per favorire una conoscenza generale del software libero e degli standard aperti ed incoraggiarne l’adozione
3) Per garantire parità di opportunitò di accesso all’informazione, attraverso l’uso di “tecnologia collaborativa”
4) Di promuovere un dialogo costruttivo in materia di responsabilità e diritti nella società dell’informazione
5) Di essere comprensivi di organizzazioni e singoli individui che condividono questa visione
6) Essere pragmatici, trasparenti, responsabili come organizzazione

L’evento ha numerosi sponsor internazionali, tra cui citiamo “Free Software Foudation”, “Google”, e “Canonical”.

Per questo importante evento, il “Free Software User Gruop Italia” si avvarà della preziosa collaborazione di OSSpg: si tratta di un lavoro coordinato da tre scuole (I.T.C.eT. “F.Scarpellini” di Foligno , I.T.C. “A.Capitini” di Perugia, ITIS “L.A. Franchetti” di Città di Castello ). Il loro impegno sta nel portare l’open source e spero il free software nelle scuole, e non solo come utilizzo del software, ma anche nella filosofia che sta dietro allo sviluppo collaborativo. Si insegna quindi una “cultura della libertà e della legalità ” che si spera un giorno potrà essere tipica di tutte le scuole.
Tale scelta è dovuta, oltre alla bonta del progetto OSSpg, anche allo spirito stesso del SFD; infatti è nelle intenzioni dei promotori stessi dell’evento, dare un approccio verso le scuole e verso la didattica.

L’evento, che si terra all’interno del I.T.C. Capitini ( www.itccapitini.it Viale Centova, 4 – (06128) Perugia) sarà diviso in due parti: la prima parte, la mattina a partire dalle 9:30 sino alle 13:00, in cui si avvicenderanno i vari relatori per presentare i vari livelli del software libero, partendo dai più filosofici, sino ad arrivare ai più pratici (vedere il programma). Il pomeriggio invece, vari elementi di fsugitalia, si metteranno a disposizione per rispondere a domande di vario genere, fornire chiarimenti ed informazioni, e, qualora ve ne fosse bisogno anche ad aiutare nelle fasi di installazione di alcuni software liberi (ivi comprese intere distribuzioni GNU/Linux).

Per tenere fede allo spirito collaborativo dell’evento, oltre agli elementi del fsugitalia, parteciperanno validissimi elementi di altri gruppi operanti nell FOSS, quali Paolo Bernardi (GNU/Lug Perugia) e Francesco Crippa (Lodi LUG, Fedora Ambassador).

Il programma

09:30 – 09:45 Introduzione
09:45 – 10:15 Alexjan Carraturo: Il software libero, introduzione ai nuovi scenari
10:15 – 10:45 Domenico Margiotta: Comparative software tra proprietario e libero
10:45 – 11:00 Pausa
11:00 – 12:00 Francesco Crippa: GNU/Linux ed il progetto Fedora
12:00 – 13:00 Paolo Bernardi: Python: una panoramica

13:00 – 15:00 Pausa Pranzo

15:00 – 18:00 Application Space.

Pagina ufficiale dell’evento: Software Freedom Day


Fedora 9 release party a Lodi

2 maggio , 2008

Il 13 Maggio esce Fedora 9 e alcuni Fedora Ambassadors e il LOLUG stanno organizzando il “Fedora 9 Release Party” per la sera del 13 Maggio (Lodi, via P. Gorini 19 – ore 21.00).

fedora 9 release party

Il “Fedora 9 Release Party” è un evento che viene svolto non solo in Italia ma contemporaneamente in tutto il mondo. Attualmente stiamo operando su tre zone: Lodi, Roma e Firenze, rispettivamente per Nord, Sud e Centro Italia.

L’evento sarà  qualcosa di informale e conviviale, un ottimo modo per conoscersi e passare la serata in allegria.

A grandi linee ci saranno due o tre stazioni per la creazione automatica di chiavette usb bootabili con fedora 9 live (basta portare chiavetta con spazio > 1 Gb), diversi gadgets, snacks & drinks e (non ancora sicuro) un paio di talk molto interattivi (più come dibattiti) rivolti a tutti e alla portata di tutti (Fedoraproject Community e Fedora 9 Features). Ovviamente ci sarà  spazio anche per discussioni su altri temi. 😉

La pagina ufficiale dell’evento di Lodi è qui.

Se siete interessati anche a dare una mano nell’organizzazione, contattate potete iscrivervi alla lista ufficiale del gruppo utenti italiano di fedora qui.